X
Back to the top

Piercing orecchio Milano

Piercing all'orecchio: Procedura

Il piercing può essere classificato in due categorie principali: il piercing dell’orecchio e il body piercing. Il primo comprende la foratura del lobo o della cartilagine superiore dell’orecchio, mentre il secondo riguarda il resto del corpo. Per il body piercing si utilizza un ago sterile, cavo e monouso, attraverso cui viene inserito il gioiello sterile.

Per il piercing all’orecchio, si impiega uno strumento di foratura moderno e igienico con cartucce sterili monouso, che contengono il primo orecchino antiallergico e la sua chiusura. Prima della foratura, il lobo viene disinfettato. L’orecchino sterile viene inserito delicatamente attraverso il lobo con un sistema che permette anche la collocazione automatica della chiusura.

Questo metodo assicura che l’orecchio non venga mai in contatto diretto con lo strumento, garantendo un processo sterile. Al termine, viene fornita una consulenza su come mantenere puliti i nuovi fori.

Piercing orecchio Milano: I diversi tipi

Piercing Lobo

Il piercing al lobo dell’orecchio è un procedimento semplice e poco doloroso. Si esegue disinfettando il lobo, segnando il punto di foratura, e inserendo un orecchino sterile, di solito antiallergico, per minimizzare i rischi di infezioni e reazioni allergiche.

Dopo la procedura, è importante pulire la zona con soluzioni saline e seguire attentamente le indicazioni per la cura, garantendo una guarigione ottimale.

Piercing Trago

Il piercing trago è una forma di body art che coinvolge la perforazione del trago, la piccola protuberanza di cartilagine situata all’ingresso del canale auricolare. Considerato da molti come un’affermazione di stile, questo tipo di piercing richiede precisione data la durezza del tessuto cartilagineo.

La procedura è eseguita con un ago sterile specifico per minimizzare il rischio di infezioni e garantire una guarigione corretta. Dopo la foratura, è consigliabile utilizzare gioielli in materiali ipoallergenici per prevenire reazioni.

Piercing industrial

Piercing Industrial

Il piercing Industrial consiste in due forature nella cartilagine dell’orecchio, generalmente una nell’elice e l’altra nella parte opposta dell’orecchio, collegate da una barretta metallica orizzontale o diagonale. Questo tipo di piercing si distingue per il suo aspetto audace e moderno, offrendo un forte impatto visivo.

La procedura richiede precisione e l’uso di un ago sterile per minimizzare il rischio di infezioni e facilitare una guarigione corretta. Dopo il piercing, è fondamentale seguire attentamente le istruzioni per la cura, per assicurare che entrambe le forature guariscano simultaneamente e senza complicazioni.

L’Industrial è una scelta popolare per chi cerca un piercing che faccia una dichiarazione di stile significativa.

piercing daith

Piercing Daith

Il piercing Daith viene effettuato nella piega interna della cartilagine dell’orecchio, vicino al canale uditivo, offrendo una posizione unica per gioielli discreti ma distintivi.

La procedura, che deve essere eseguita con precisione data la complessità dell’area, utilizzando un ago sterile per ridurre i rischi di infezione e garantire una corretta guarigione. La cura post-piercing è essenziale.

Oltre al suo valore estetico, il piercing Daith ha guadagnato attenzione per presunti benefici nel sollievo da alcune forme di mal di testa, sebbene queste affermazioni non siano scientificamente comprovate.

Piercing Orbital

Il piercing Orbital è una variante unica in cui due fori vengono praticati nella cartilagine dell’orecchio e connessi tra loro da un unico pezzo di gioielleria, solitamente un anello. Questo tipo di piercing può essere collocato in diverse parti dell’orecchio, offrendo flessibilità e spazio per la creatività personale.

La procedura richiede precisione e l’utilizzo di un ago sterile per assicurare la sicurezza e promuovere una guarigione ottimale. Dopo il piercing, è cruciale seguire le raccomandazioni del professionista per la cura dell’Orbital per prevenire le infezioni e garantire che entrambi i fori guariscano correttamente.

Il piercing Orbital è apprezzato per la sua estetica distintiva e la possibilità di personalizzare ulteriormente l’aspetto dell’orecchio.

Piercing Helix

Il piercing Helix viene realizzato perforando la cartilagine superiore dell’orecchio, offrendo un’ampia varietà di stili di gioielleria.

La procedura richiede un ago sterile per assicurare una foratura sicura e ridurre i rischi di infezione. Dopo il piercing, è cruciale adottare una corretta routine di cura, pulendo la zona con soluzioni apposite per facilitare la guarigione e prevenire complicazioni.

Questo tipo di piercing è apprezzato per la sua versatilità ed è diventato una scelta popolare per chi cerca di esprimere la propria individualità attraverso la body art.

Piercing Conch

Il piercing Conch è effettuato sulla parte concava centrale dell’orecchio, penetrando la cartilagine per offrire un sito unico per gioielli distintivi.

La procedura si avvale di un ago sterile per minimizzare il rischio di infezioni e assicurare una guarigione corretta. È fondamentale curare attentamente il piercing con soluzioni saline e seguire le indicazioni post-procedura per mantenere l’area pulita e favorire una guarigione senza complicazioni.

Questo tipo di piercing è apprezzato per la sua posizione insolita e la capacità di personalizzare l’aspetto con varie opzioni di gioielleria.

Piercing Snug

Il piercing Snug si realizza perforando la cartilagine interna dell’orecchio, precisamente nella zona tra il conch e l’elice. Questa posizione permette di adornare l’orecchio con gioielli unici e personalizzati.

La procedura richiede l’uso di un ago sterile per garantire sicurezza e ridurre il rischio di infezioni. È essenziale seguire un’accurata routine di cura post-foratura.

Il piercing Snug è apprezzato per il suo aspetto distintivo e la capacità di aggiungere un tocco di originalità allo stile personale.

Piercing Rook

Il piercing Rook si colloca nella piega interna superiore dell’orecchio, attraversando la cartilagine per offrire un sito elegante per gioielli raffinati. La sua posizione unica lo rende visivamente distintivo e consente varie personalizzazioni attraverso l’uso di diversi tipi di gioielli.

Eseguito con un ago sterile, il piercing Rook richiede una tecnica precisa per minimizzare il rischio di infezioni e assicurare una corretta guarigione. La cura post-procedura è fondamentale, con pulizie regolari mediante soluzioni saline specifiche per facilitare il processo di guarigione.

Questo tipo di piercing è ideale per coloro che cercano un’aggiunta sottile ma caratteristica alla propria collezione di piercing all’orecchio.

Guarigione del piercing all'orecchio

Dopo il piercing, è cruciale lasciare l’orecchino a perno in posizione per 4-6 settimane per i lobi e 12 settimane per la cartilagine, per evitare la chiusura dei fori.

Durante questo periodo, è importante disinfettare quotidianamente il piercing senza rimuovere l’orecchino, utilizzando prodotti specifici.

Inoltre, per una guarigione ottimale, si raccomanda di utilizzare orecchini di alta qualità, come quelli in oro, evitando modelli a pendolo fino alla completa guarigione, che richiede fino a 5 mesi per i lobi e 12 mesi per la cartilagine.

È essenziale seguire un’adeguata igiene: toccare il piercing solo con mani pulite, mantenere la zona pulita, evitare il contatto con prodotti irritanti e ruotare delicatamente l’orecchino per prevenire l’adesione. Bisogna prestare attenzione a non bagnare eccessivamente il piercing, specialmente durante il nuoto, per ridurre il rischio di infezioni.

La cura appropriata è fondamentale per prevenire complicazioni e garantire una guarigione senza problemi.

VUOI SAPERNE DI PIÙ SU COME REALIZZARE IL TUO PIERCING ALL’ORECCHIO?

Quanto costa il piercing all'orecchio?

A Milano, il prezzo di un piercing all’orecchio può variare in base a diversi fattori. Questi includono: La specifica area del corpo interessata, la qualità dei materiali scelti per il gioiello e l’esperienza del professionista incaricato di eseguire il piercing.

Cosa fare nel caso di infezione al piercing all'orecchio?

Un piercing al lobo può infettarsi se esposto a batteri da mani sporche, contatto con capelli, pressione eccessiva, o uso di strumenti non sterili. I segni di infezione comprendono scarico giallo, gonfiore, rossore, e dolore. Per curare un’infezione lieve:

  1. Lavare le mani prima di toccare l’orecchino.
  2. Disinfettare la zona tre volte al giorno.
  3. Non rimuovere l’orecchino fino alla guarigione.
  4. Asciugare dopo la disinfezione.

Continuare la pulizia regolare fino alla completa guarigione.

Cosa fare nel caso di formazione di cheloidi nell'orecchio?

I cheloidi, causati da eccessiva produzione di collagene dopo infezioni o infiammazioni da piercing, possono formarsi nonostante una cura appropriata. In caso di comparsa, evitare di ignorare il problema e seguire il consiglio medico, che può variare dalla rimozione del gioiello a trattamenti specifici per ridurne dimensione e fastidio. Inoltre, è sconsigliato di rimuovere o schiacciare un cheloide su un piercing, in quanto potrebbe aggravare la situazione.

Quanto è doloroso il piercing all'orecchio?

Il dolore del piercing all’orecchio varia a seconda della posizione: i piercing alla cartilagine come Trago e Helix tendono a essere più dolorosi e a guarire più lentamente rispetto a quelli al lobo, generalmente meno dolorosi e con guarigione più veloce.

La scelta di un piercer esperto e il seguire corrette pratiche di cura post-foratura sono essenziali per ridurre il dolore e prevenire complicazioni.

Il livello di dolore dipende anche dalla tecnica di foratura, dalla dimensione dell’ago e dalla soglia di dolore individuale.