TATUAGGIO SUL GOMITO: IDEE E IMMAGINI

Sicuramente il tatuaggio sul gomito non è uno dei più frequenti, sia per la posizione specifica che per la zona, particolarmente sensibile. Il gomito non è un punto per i novizi del tatuaggio, spesso viene inclusa in progetti molto grandi come braccia complete, sia in stile giapponese o realistico. Difficilmente viene scelta come zona singola per l’esecuzione di uno specifico tatuaggio.

TATUAGGIO AL GOMITO: Quanto fa male?

Possiamo dire che non è una delle zone meno dolorose da tatuare, ma vogliamo altresì sottolineare che per chi vuole tatuarsi questa zona è un dolore gestibile. Il gomito ha la caratteristica di avere la pelle più spessa e ruvida rispetto ad altre zone del braccio; a causa dei continui sfregamenti a cui è quotidianamente sottoposto.

A contatto con la pelle del gomito, oltre che le fasce muscolari, ci sono i tendini che tengono insieme le due parti del braccio, che rendono la zona specifica abbastanza sensibile all’ago.

TATUAGGIO AL GOMITO: Come curarsi.

La zona del gomito è destinata a guarire molto più lentamente rispetto ad altre parti del corpo. Il gomito è una zona in continuo movimento, poiché muovendo il braccio la pelle è in continua trazione e distensione. A causa di questo continuo movimento è ovvio che la pelle sia sottoposta ad un maggiore stress e quindi ci voglia più tempo per far sì che rimargini e guarisca. Come in altri punti la cura però resta sempre la medesima; tenere la parta costantemente idratata con una crema a base di pantenolo o con creme specifiche per la cura del tatuaggio.

TATTOO AL GOMITO: Soggetti classici

Esistono dei soggetti che meglio si prestano rispetto ad altri ad essere tatuati sul gomito. Un tatuaggio classico che veniva realizzato su questa parte del corpo è la ragnatela. La ragnatela era utilizzata sia in ambienti Punk che Skinhead con significati ovviamente diversi.

0 68